Cosa determina la percezione che abbiamo riguardo la scienza?

Il meteorologo J. Marshall Shepherd ci aiuta a rispondere a questa domanda partendo dall’esempio del cambiamento climatico. L’87% degli scienziati ritiene che il cambiamento climatico sia causato dalle azioni e dai comportamenti degli esseri umani, ma solo il 50% delle persone comuni fa la stessa considerazione.

“Credo che una delle cose che influisce su come il pubblico percepisce la scienza sia un sistema di credenze e pregiudizi. Credenze e pregiudizi. Seguitemi per un momento, perché voglio parlare di tre elementi a riguardo: il pregiudizio di conferma, l’effetto Dunning-Kruger e la dissonanza cognitiva.”

“Credo che siano questi a dar forma ai pregiudizi e preconcetti sulla scienza. Ma anche la cultura e la disinformazione continuano a limitarci.”

Quando si ha la conoscenza non servono percezioni e pregiudizi.

“Come possiamo aumentare il raggio della nostra comprensione della scienza?
Questo è quello che penso: fate l’inventario dei vostri pregiudizi. E vi sfido a farlo. Da dove vengono? La vostra educazione, l’opinione politica, il vostro credo, che cosa modella i vostri pregiudizi? Poi, esaminate le vostre fonti, dove prendete le vostre informazioni sulla scienza? Cosa leggete, cosa ascoltate, per informarvi sulla scienza?”

“Aumentate il vostro raggio.”

Durata del video: 12 minuti.

Ecco il link:
https://www.ted.com/talks/j_marshall_shepherd_3_kinds_bias_that_shape_your_worldview?language=it