Gli ultimi dati rilevati hanno dimostrato che 6 persone su 10 non leggono nemmeno un libro all’anno.

Quali azioni si possono mettere in atto per leggere di più?

1. Ripensare alla lettura come a una priorità voluta e sentita.
Non leggiamo perché non crediamo che la lettura sia una priorità. È l’intenzione che fa la differenza intesa come “la partecipazione della volontà e dell’intelligenza nel decidere e compiere un’azione”.

2. Comprendere che leggere è una gioia, un privilegio e un investimento.

3. Inserire gli slot di tempo da dedicare alla lettura nel calendario, come avviene per le cose importanti. Parti con piccoli blocchi di 30 minuti o comunque cercando di migliorare la tua situazione attuale. Se sei a zero, anche impegnarti a leggere una pagina al giorno è un miglioramento.

4. Analizzare la propria situazione: qual è la cosa che fai che più logora il tuo tempo dandoti poco o niente in cambio? Decidi consapevolmente di riassegnare quel tempo alla lettura.

5. Sfruttare i momenti che non sembrano adatti come le attese, gli spostamenti, i viaggi… ascolta gli audiolibri mentre fai sport o mentre guidi.

6. Allenare il proprio modo di leggere. Anche se non è una gara, puoi allenarti a muovere gli occhi più velocemente.

7. Scegliere cosa leggere. La vita è troppo breve per leggere libri che non piacciono. Mi sento sempre in colpa quando non riesco a finire un libro, ma ci sono talmente tanti libri che non ha senso perdere tempo con uno che non piace.

8. Misurare la lettura: definisci il numero di libri che vuoi leggere in un anno e impegnati a raggiungere l’obiettivo.