Le origini di questa legge sono un po’ vaghe, pare sia stata formulata nel 1949 quando George Nichols prese ispirazione da un’osservazione del capitano Edward A. Murphy Jr (“Se il pezzo di un aereo può essere montato in modo errato, ci sarà qualcuno che lo monterà in quel modo”).

Comunque sia, dice una cosa del genere: “Se qualcosa può andare male, andrà male”.

Spesso usata con ironia in diverse situazioni, questa legge riguarda anche la gestione del tempo e rientra tra le leggi riportate nel libro “Più risultati in meno tempo” di Gianluca Gambirasio che dice così:

“Ogni lavoro prende più tempo di quanto abbiamo inizialmente previsto.”

Questo avviene perché di norma siamo sempre troppo ottimisti quando pianifichiamo le giornate…

Proprio tra i fattori più complessi dell’organizzazione del lavoro troviamo la definizione del tempo necessario per gestire le attività. E, infatti, tempo fa avevamo parlato della necessità di essere pessimisti quando si tratta di pianificare il lavoro: https://t.me/alumedifare/345

Ecco perché è necessario tenere presente che lo svolgimento di un lavoro prenderà più tempo di quanto stimato.

Come fare quindi?
> Pianifica solo il 60-70% della tua giornata lavorativa.
> Controlla il tempo che ci metti per svolgere le attività con il fine di migliorare le stime in futuro.
> Definisci date di consegna ragionevoli e per quanto è possibile con un po’ di margine.

E per stare in tema… “lavorate oggi che domani andrà peggio!”