1. Non salvare più niente sul desktop, il punto è creare una logica di archiviazione per dare una casa a tutto.

2. Aiutati con le mappe mentali per organizzare i dati.

3. Non creare troppe cartelle principali (non oltre 5 o 6), ad esempio:
“Progetti aperti – Amministrazione – Template – Temp – Da archiviare”.
Oppure “In lavorazione” e “Da archiviare” per poi studiare bene le sottocartelle.
O ancora “Business” e “Personale”.

4. Assegna dei nomi chiari ed efficaci a file e cartelle mantenendo la stessa logica. Pensa a quali parole usi quando sei alla ricerca di qualcosa.

5. Prepara una cartella “Template” per file, modelli, loghi… che usi spesso. Prendi il modello che ti serve, personalizzalo e salvalo.

6. Prepara una struttura di cartelle pronte da copiare/incollare dove serve per mantenere la stessa organizzazione. Come se fosse un modello organizzativo.

7. Scrivi delle procedure o delle checklist su come organizzi le informazioni.

8. Non scaricare più di una volta gli allegati sprecando tempo e magari creando doppioni inutili. Ad esempio, in Gmail segna gli allegati già gestiti applicando una label chiara all’email come “gestita” o “allegato ok”.

9. Pianifica una pulizia settimanale. Se il desktop è in ordine, ti verrà voglia di lasciarlo così e di spostare i file fuori posto.

10. Cambia le impostazioni predefinite che salvano ogni cosa sul desktop scegliendo delle cartelle specifiche. Stessa cosa per gli screenshot, non lasciare che finiscano in automatico sul desktop.