È più semplice avere diverse scelte a disposizione e saltare da una cosa all’altra piuttosto che gestire un unico compito sul quale concentrarsi.

Quando è stata l’ultima volta che hai dedicato il 100% della tua attenzione a una cosa sola?

1. Chiudi le schede del browser che non hanno niente a che fare con l’attività che stai svolgendo.

2. Ogni volta che apri una scheda o un’applicazione, cerca di essere consapevole di quello che stai aprendo senza fare le cose in automatico. Perché stai visitando un sito web o perché stai entrando in Facebook?

3. Non perdere tempo con gli articoli che non ti interessano e, invece, dai la piena attenzione a quelli che vuoi leggere senza vagare tra più cose.

4. Anche sul tuo smartphone, tieni aperte solo le applicazioni che ti servono in un dato momento e allena sempre la consapevolezza di quello che stai facendo.

5. Osserva le interruzioni che ti capitano in modo tale da sapere quando stai spostando l’attenzione da una cosa all’altra. Capire cosa ti sposta da un compito all’altro, senza subire, può esserti utile per migliorare la focalizzazione.

6. Il tuo computer e il tuo smartphone non devono rimanere sempre accesi. Non ci sono motivi validi per controllare sempre e costantemente quello che succede online.

Questi punti non servono tanto per essere più produttivi. O meglio, la produttività è una conseguenza che si ottiene partendo dalla giusta consapevolezza delle nostre azioni.

In questo studio del 2010, gli psicologi di Harvard Matthew Killingsworth e Daniel Gilbert hanno scoperto che le persone trascorrono quasi il 47% del tempo pensando a qualcosa di diverso da quello che stanno facendo.

Chiediti sempre cosa stai facendo, anche adesso: sei al 100% su questo post?